CONTRIBUTI


Dojo Kun e Shoto Nijyukun


Dojo Kun = Principi Morali

Do=Via + jo=luogo
=> significa "Luogo dove si studia e si segue la Via"

- Hitotsu jinkaku kansei ni tsutomuru koto = cerca di migliorare il carattere
- Hitotsu makoto no michi o mamoru koto = cerca di percorrere la via della sincerità
- Hitotsu doryoku no seishin o yashinau koto = cerca di rafforzare la costanza dello spirito
- Hitotsu reihi o omonnzuru koto = cerca di imparare il rispetto universale
- Hitotsu kekki no yu o imashimuru koto = cerca di acquistare l'autocontrollo

***************
Shoto Nijyukun = 20 Concetti Basilari
=> venti punti dello spirito del Karate insegnati dal maestro Gichin Funakoshi:

-Il Karate comincia e finisce con il saluto (rei)
- Il Karate non è mezzo di offesa o danno (Karate ni sente nashi)
- Il Karate è rettitudine, riconoscenza
- Il Karate è capire se stessi per capire poi gli altri
- Nel Karate lo spirito viene prima dell'azione
- Il Karate è lealtà e spontaneità
- Il Karate insegna che le avversità colpiscono quando c'è rinuncia
- Il Karate non si pratica solo nel Dojo
- Il Karate è regola per tutta la vita
- Lo spirito del Karate deve animare tutte le azioni
- Il Karate va tenuto vivo con il fuoco dell'anima
- Il Karate non è vincere, ma l'idea di non perdere
- Lo spirito si adegua agli avversari
- Concentrazione e rilassamento devono essere usati al momento giusto
- Usare mani e piedi come spade
- Pensare che tutto il mondo può esserti nemico
- Il praticante mantiene sempre la posizione di guardia (Kamae); la posizione naturale (Shizentai) è solo per i livelli elevati
- Il Kata è perfezione della forma: l'applicazione (reale delle tecniche) è un'altra cosa
- Come l'arco, il praticante deve usare contrazione, espansione, velocità ed analogamente in armonia, rilassamento, concentrazione, lentezza
- Lo spirito deve sempre tendere al livello più alto

Quando Funakoshi dice: "nel karate non c'è chi attacca per primo" intende dire che l'uomo, in quanto essere dotato di intelletto, ha la capacità di trovare le vie della non violenza, se affronta le situazioni controllando il proprio io.
Il karate è un'arte di autoperfezionamento.